mercoledì 5 luglio 2017

Recensione 2017 #18 - Sparta - La città guerriera



Ultimamente mi sto avvicinando nuovamente alla storia, in generale, quindi sto lasciando da parte la letteratura fantastica o comunque i romanzi intesi come tali. A tal proposito ho appena finito un libro riguardante la storia militare e non, di Sparta, mio grande e antico amore dopo la storia egiziana.
Quindi sì, troverete anche recensioni su questo genere.
Pronti per un'immersione nel fantastico mondo di Sparta?

TITOLO: Sparta - La città guerriera
AUTORE: Richard J. Samuelson
SERIE: I Signori della Guerra Vol. 16
SINOSSI: Non è affatto semplice spiegare cos'ha rappresentato Sparta per il mondo antico. La città-stato ellenica infatti non solo è stata la storica rivale di Atene, ma un vero simbolo per tutta la Grecia classica e non solo.

Il mito di Sparta oggi, dopo più di 2 mila anni, è ancora vivo più che mai grazie alle pluripremiate graphic novel di Frank Miller e ai recenti blockbuster cinematografici che hanno fatto tornare a splendere la luce di Sparta.
Può un popolo vivere soltanto in funzione della guerra e del valore militare? Per quanto possa sembrare assurdo la risposta è sì, e l'incredibile storia di Sparta è qui a dimostrarcelo.
Dimenticatevi parole come democrazia, diritti, tutela dei più deboli, cultura o divertimento. A Sparta contavano soltanto l'Onore e la Guerra, senza nessun compromesso.
Samuelson firma un nuovo capitolo della sua saga dedicata ai Signori della Guerra confrontandosi con un popolo di guerrieri leggendari, riuscendo ancora una volta a divertire e a intrattenere il lettore senza per questo rinunciare alla sua tradizionale accuratezza di storico di razza.




Siamo a Sparta, grande impero, grande potenza militare dove gli Spartiati vengono allenati e preparati alla guerra a partire dai primi anni di vita.
Non c'è stata potenza grande quanto Sparta, a parte forse Tebe, ma qui entreremmo troppo nello specifico e dovrei aprire una digressione a parte.
Il testo parte in maniera molto tranquilla, elencando alcune delle figure principali tra storiografi e condottieri che hanno parlato e guidato Sparta. Successivamente ci troviamo davanti a una serie di capitoli dedicati all'educazione spartana, alla stratificazione sociale e alla figura della donna all'interno del loro sistema governativo e non.
Varie volte l'autore fa delle comparazioni con Atene, che come sappiamo fù grande rivale di questa potenza guerriera.
Infine, chiudono la lista, alcune delle guerre e dei momenti più salienti della storia Spartana.
Fin qui nessun problema, il libro è leggero, perfino un bambino potrebbe leggerlo e, si vede, è stato pensato per la divulgazione su grande scala. Se sperate quindi in un testo scolastico o che comunque lascia più respiro non solo agli elementi comuni ma anche a quelli più particolari, vi sbagliate di grosso.
Ed è questo, a mio avviso, il più grande difetto di questo libro, il fatto di non approfondire.
E' un libro pensato per invogliare, probabilmente per dare un'idea generale di quello che Sparta fù, ma lascia il tempo che trova.
Inutile dire che mi sarebbe piaciuto un approfondimento maggiore della figura degli Iloti, degli Eoni o degli Spartiati, soprattutto sulla loro educazione alla guerra, per non parlare di un capitolo un po' più corposo sulle donne spartane e sui vari aneddoti che le hanno rese tanto famose in tutta la Grecia e oltre.
Posso passare sopra al fatto che la storia sia riportata in maniera più leggera, come dicevo è un libro di divulgazione, ma sono certa che chi compra questo genere di testi desideri avere più particolari possibili sulla vita reale di questo popolo.
Al di là di questo, devo ammettere poi che la traduzione non è delle migliori; qua e là sono molti gli errori di trascrizione, errori facilmente evitabili.
In ultimo... il prezzo.
2,99 euro per uno scritto di appena 50 pagine mi sembra fin troppo oneroso, posso capire che ci sia la pubblicazione e i diritti da pagare allo scrittore, ma sono davvero troppi anche per la "conoscenza" che il libro dona al lettore.
Insomma, un testo che non mi ha pienamente soddisfatta, ma che sicuramente ha alimentato la mia sete di sapere.
Ne ho comprati degli altri, sebbene conosca molti aspetti di questa popolazione di guerrieri ma come dico sempre, non si finisce mai di imparare.
Quindi sì, potete tranquillamente acquistarlo, ma non vi aspettate nulla di eccezionale.


Nessun commento:

Posta un commento